TERAPIE

Se hai bisogno di concederti un momento di benessere, con un massaggio in grado di rimetterti in sesto, rivolgiti a FranchiniAlessandro, un fisioterapista specializzato. Contatta lo studio a Breganzona e prendi subito un appuntamento.

In base alle tue esigenze, a seguito di una visita accurata si procederà a scegliere il tipo di massaggio o trattamento più idoneo alle tue necessità.

L' uomo è un'unità psicosomatica e il corpo umano memorizza ogni evento della nostra vita. Ogni tipo do trauma, ad ogni livello, lascia tracce nel nostro corpo e da sempre l'uomo utilizza il massaggio per ripristinare lo stato di salute. Come tutti sanno, esistono diverse tecniche di massaggio, alcune antichissime e altre di recente ideazione.

In questo contesto nello studio vengono praticate diverse tecniche:
- trattamento manuale dei trigger point
- massaggio rilassante
- massaggio connettivale profondo
- massaggio sportivo
- drenaggio linfatico manuale
- tecar terapia
- laserterapia
- dry needling

TECAR TERAPIA

TECAR TERAPIA

La tecar terapia è una terapia fisica strumentale che stimola lo spostamento di cariche elettriche all'interno dei tessuti corporei al fine di rinforzare e velocizzare i processi auto riparativi cellulari.
Il trattamento non è doloroso e, al contrario, porta il paziente in uno stato di rilassamento grazie all'effetto vasodilatatore. Le sue uniche controindicazioni riguardano donne in gravidanza, portatori di pacemaker e la presenza di patologie tumorali.

La terapia risulta particolarmente efficace nel trattamento di
- distorsioni articolari
- disturbi articolari (borsiti, artriti, artrosi, capsulite adesiva, impigment,)
- traumi muscolari (contratture, stiramenti, strappi, tendiniti)
- rachialgie (lombalgie, cervicalgie, colpo di frusta, sciatalgie, brachialgie)
- fibrosi profonde e cicatrici chirurgiche o da lesioni muscolari

LASERTERAPIA

LASERTERAPIA

La laserterapia in ambito fisioterapico consiste nell'utilizzo di uno strumento che emana luce laser al fine di ottenere effetti vasodilatatore e di stimolazione metabolica. Queste reazioni si traducono in un effetto antiinfiammatorio e antidolorifico pressoché' immediato nella cura di patologie traumatiche o degenerative, croniche o acute. Le controindicazioni riguardano donne in gravidanza, portatori di pacemaker, presenza di patologie tumorali.
Essendo i campi di applicazione del laser sono simili a quelli della tecar, spesso i due macchinari vengono utilizzati in combinazione, al fine di ridurre ulteriormente i tempi di recupero.
DRY NEEDLING

DRY NEEDLING

Il dry needling è una modalità di trattamento dei trigger point e della fascia molto efficace e ad effetto immediato, anche su contratture croniche o in continua riattivazione. Attraverso aghi sterili monouso sottilissimi, il terapista stimola l'ossigenazione delle fibre muscolari contratte e della fascia, riduce l'infiammazione, incrementa la vascolarizzazione, riducendo così la tensione muscolare e articolare in maniera duratura.
Il dry needling non è agopuntura!
Benché' gli aghi utilizzati siano gli stessi di quelli utilizzati nell'agopuntura, i due approcci si differenziano tra loro. Unico scopo del dry needling è quello di trattare i trigger point individuati attraverso tecniche palpatorie al fine di rilassare i muscoli e la fascia individuati come causa o concausa dei disturbi.

Può essere di grande supporto nella risoluzione di
- disturbi articolari
- emicranie e cefalee
- cervicalgie e lombalgie
- dolori muscolari e miofasciali
- sintomi simil-radicolari (non sempre bruciori e parestesie agli arti sono causati da ernie e/o discopatie!)

TAPE KINESIOLOGICO

TAPE KINESIOLOGICO

Si tratta di una tecnica che sfrutta il naturale processo di auto-guarigione del corpo attraverso la facilitazione dei sistemi circolatorio e neurologico.
Il metodo origina dalla scienza kinesiologica ed è per questo che spesso si sente parlare di kinesio-taping.

La fascia è il tessuto che garantisce la tensegrità corporea e il tape va ad agire soprattutto su questo tessuto: attraverso la sua stimolazione si ottiene una maggiore perfusione sanguinia e al tempo stesso un rafforzamento della funzionalità dei canali venosi e linfatici, così che i muscoli siano supportati nel recupero delle loro qualità fisiologiche.
Trattandosi di un'applicazione diretta sui tessuti danneggiati il risultato è immediato e la stimolazione neuro-emato-linfatica continua anche dopo la rimozione del tape.
TERAPIA CRANIOSACRALE BIODINAMICA

TERAPIA CRANIOSACRALE BIODINAMICA

Il corpo umano è un sistema complesso che richiede un continuo lavoro di riorganizzazione interna per mantenere equlibrio dell'insieme. Le stesse forze che ci creano sono anche quelle deputate al mantenimento dell'equilibrio e dello stato di salute.

La Biodinamica Craniosacrale supporta queste forze interne, incrementa la vitalità fisica e il benessere, ed ha implicazioni in diversi aspetti dell'individuo.

Il trattamento è basato su un contatto molto leggero, non manipolativo, applicato a diverse parti del corpo (testa, sacro, piedi..). L’operatore cerca di percepire le dinamiche che esprimono l'organizzazione del corpo del ricevente e attraverso la propria percezione e le proprie conoscenze supporta un cambiamento.

La terapia si dimostra un ottimo aiuto per affrontare diverse problematiche, sia croniche sia acute.

Può risultare efficace nei casi di: Mal di testa aspecifico, Cefalee, Emicranie, Cluster Syndrome (Cefalea a Grappolo), Mal di schiena (Ernie del disco, Sciatiche, Lombalgie, Cervicalgie, Stenosi, Spondilolistesi..), Scoliosi, Pubalgia, Nevralgie, Dolori articolari (coxartrosi, periartrite alla spalla...), Vertigini, Formicolio a mani e piedi, Tunnel carpale e Tunnel tarsale, Fascite plantare, Artrosi, Disfunzioni dell’articolazione temporomandibolare, Insonnia, Problemi del tratto gastro-intestinale (ulcere, gastriti..), Disturbi visivi e oculomotori, Sinusiti, Dolori e irregolarità mestruali, Riabilitazione post-parto, Autismo, Iperattività nei bambini, Dislessia, Disfunzioni correlate allo stress, Recupero da burn-out, Affaticamento cronico, Stati d’ansia e depressione

Il tocco estremamente leggero tipico della Craniosacrale lo rende un approccio sicuro anche per i ragazzi, bambini e neonati con traumi precoci, incluso il trauma da parto. Questi ultimi in modo particolare possono beneficiare dell’individuazione tempestiva di compensazioni nel sistema, supportando un ri-orientamento del sistema verso la salute.
RIABILITAZIONE POSTOPERATORIA

RIABILITAZIONE POSTOPERATORIA

Riabilitare significa portare al recupero di una funzione perduta in seguito ad un trauma o ad una patologia.

La riabilitazione postoperatoria è quindi un insieme di tecniche e accorgimenti mirati per ridurre i tempi di recupero in seguito ad un intervento chirurgico.

Grazie alle tecniche acquisite durante la formazione universitaria e continui corsi di aggiornamento, lo studio offre sedute riabilitative individuali mirate al recupero da:
- fratture ossee
- interventi protesici
- lesioni miotendinee
- lesioni legamentose
- ernie
- patologie neurologiche
- esiti di coma
- politraumi

RIFLESSOLOGIA

RIFLESSOLOGIA

La riflessologia è una tecnica che cura secondo un antichissimo principio: la parte sta nel tutto e il tutto sta nelle sue singole parti.
Secondo questo pensiero, esistono su diverse parti del corpo (mani, piedi, orecchie) punti che riflettono la funzionalità di ogni organo e che, se opportunamente stimolati, supportano il naturale processo rigenerativo intrinseco del nostro corpo.
Nel corso dei millenni l'uomo ha tracciato diverse mappe che rappresentano questi punti riflessi, ognuna, almeno in parte, diversa dalle altre: questo non significa che chiunque possa scegliere arbitrariamente che un determinato punto rifletta un determinato organo, ma è la naturale conseguenza del fatto che tutti noi, a livello formale, differiamo per forma e proporzioni e, cosa ancor più significativa, la percezione è espressione del singolo.
Sta quindi alla sensibilità dell'operatore percepire su quale organo e a quale livello si sta operando, così da ottenere i risultati cercati.
MASSAGGIO CLASSICO

MASSAGGIO CLASSICO

Il massaggio classico viene utilizzato per trattare le tensioni e gli irrigidimenti muscolari oltre che le malattie dell’apparato locomotore.
Esso persegue approccio diretto, poiché mira direttamente alla zona di azione, trattando la pelle, i muscoli e gli strati cutanei inferiori, nonché indiretto, agendo su una determinata zona del corpo attraverso l'intervento su di un'altra. Durante il trattamento viene anche favorita la circolazione sanguigna e viene stimolato il metabolismo, risultando benefico in caso di tensioni muscolari, di mal di testa o mal di schiena, segnali di paralisi, malattie reumatiche, dopo ferite e operazioni all’apparato locomotore.
MASSAGGIO TERAPEUTICO

MASSAGGIO TERAPEUTICO

Finalità del massaggio terapeutico è ristabilire totalmente o parzialmente la funzionalità di organi e tessuti malati tramite manualità specifiche.
Il trattamento tipico di massaggio terapeutico inizia con alcuni movimenti rilassanti di sfioramento o con una frizione lunga o circolare per scaldare il corpo per poi passare a impastamenti, utili per tonificare, e si chiude con delle pressioni. In genere si segue quest'ordine: testa, viso, torace, braccia, mani, ventre, gambe, piedi, schiena. La durata è di circa 45 minuti per un massaggio generale e 20 per un trattamento localizzato.
LINFODRENAGGIO

LINFODRENAGGIO

Il linfodrenaggio, o drenaggio linfatico manuale (DLM) è un particolare tipo di massaggio praticato nelle zone del corpo con un'eccessiva riduzione della circolazione linfatica e una stagnazione di liquidi corporei.
Il massaggio si esegue partendo dalla zona prossimale, ossia le varie stazioni linfonodali del tronco, per poi concentrare il resto della seduta sulle zone distali, ossia gli arti, e la pressione deve essere regolata in modo da non provocare arrossamenti né dolori. Come accennato, lo scopo del linfodrenaggio è quello di far defluire (quindi, drenare) i fluidi linfatici. Per tale ragione, questa particolare tecnica di massaggio è indicata e sfruttata con successo per:

- Favorire il riassorbimento degli edemi
- Regolare il sistema neurovegetativo
- Favorire la cicatrizzazione di ulcere e piaghe nei diabetici
- Combattere gli inestetismi della cellulite
- Recupero da liposcultura e liposuzione
- Alleviare i disturbi nelle donne in gravidanza

RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

Il pavimento pelvico è la zona muscolare alla base del bacino che si estende dall’osso del pube fino al coccige e sostiene gli organi pelvici, quali vescica e retto.
Insieme a legamenti, fasce e tendini, il pavimento pelvico aiuta l’equilibrio posturale, la respirazione ed è essenziale per la defecazione, minzione ed attività sessuale e riproduttiva.
Il pavimento pelvico dell’uomo può indebolirsi per differenti cause, e Pubertà, fertilità, gravidanza, puerperio, climaterio e menopausa costituiscono fasi di mutamento biologico di fondamentale importanza nei processi psicofisici e sociali della donna. In tutte le fasi della vita, il perineo rappresenta quella parte del corpo dove eventuali alterazioni anatomiche e funzionali possono ripercuotersi sulla sfera genito – urinaria – sessuale, portando diverse patologie e sintomi.

La Riabilitazione del Pavimento Pelvico è una terapia che ha l’obiettivo di guarire o ridurre i sintomi riferiti dal paziente e causati dalla disfunzione di questa zona, migliorando così la qualità di vita del soggetto. Tra questi possiamo elencare:

- Incontinenza urinaria (da sforzo, da urgenza e mista)
- Incontinenza fecale
- Stitichezza
- Dolore mestruale
- Dolore durante i rapporti sessuali
- Disfunzione erettile
- Eiaculazione precoce
- Problemi dolorosi del bacino e della zona lombare
- Dolori pelvici prima e dopo il parto e/o interventi chirurgici

RICHIESTA INFORMAZIONI

DOVE SIAMO

Torna su